2016: una agenzia web verso la maturità

Questo è il post che avremmo voluto scrivere prima delle feste e che puntualmente in ritardo, pubblichiamo a gennaio. Sono quindi in ritardo anche gli auguri di Natale e di buon anno! Questo accade ormai da tre anni e probabilmente dobbiamo solo accettare l’idea che la canonica retrospettiva esce ad anno nuovo, evitando così di deludere le nostre intime aspettative!

Ecco quindi cosa abbiamo fatto in questo maledettamente intenso 2016!

Tempo di lettura: 8 minuti

I buoni propositi dichiarati nell’ultimo post, si concentravano su alcuni punti: formazione, consulenze, prodotti interni e una maggiore delega. Nessuno di questi punti è stato disatteso:

  • ci sono stati nuovi arrivi che ci hanno aiutato ad essere più liberi;
  • abbiamo lavorato pesantemente su DatoCMS che oggi è già un prodotto che regala soddisfazioni;
  • abbiamo avuto una forte esperienza consulenziale “fuori sede” che mi ha visto stare in prima persona per tre mesi ad affiancare una startup.
  • stiamo studiando l’integrazione di metodologie UX da offrire come consulenza prima degli sviluppi, tema a noi molto caro.

Sul piano della formazione, oltre ad aver organizzato le conferenze di settore di cui siamo promotori, Better Software e RubyDay a Firenze, abbiamo continuato la formazione interna del team:

  • ReactJS è stato conclamato come framework preferito per le applicazioni JS;
  • siamo diventati super-esperti del JAM Stack dei siti statici di nuova generazione;
  • grazie a Marco abbiamo realizzato un paio di workshop su pratiche BEM per lo sviluppo frontend
  • abbiamo esplorato i nuovi orizzonti di Elixir e Phoenix.

Il grande fail riguarda invece la sede: volevamo cambiarla ed era uno dei propositi più forti, ma è stato davvero difficile trovare una soluzione che potesse soddisfare i palati fini di questa banda di nerd! Abbiamo sperimentato per qualche mese la scissione, invadendo al 100% un coworking poco distante dal nostro ufficio, ma non c’è nulla da fare, ci piace stare tutti insieme! Adesso la necessità è forte e una soluzione dobbiamo trovarla al più presto. Se avete qualche indicazione interessante per un bell’ufficio tecky per circa 20 persone, accettiamo suggerimenti rilanciando nuovamente la proposta della festa di inaugurazione!

Per i curiosi, entro un po’ più nei dettagli di questo anno il cui motto è stato uno in particolare: maturare. E possiamo ritenerci abbondantemente soddisfatti, perché tutto è andato esattamente in quella direzione.

This year has made the developers much more mature.

Lavori e clienti

Dal punto di vista commerciale avevamo differenti obiettivi tra cui l’ampliamento della tipologia di clientela. Aver svolto in modo diretto lavori per clienti importanti come Unicredit, Unipol, AIFI, Firenze Fiera, Colliers o l’Istituto Diocesano, è una bella soddisfazione.

Musei, Arte e Cultura

Sul fronte museale è continuata la forte collaborazione con l’Opera del Duomo di Firenze con i quali abbiamo sviluppato il nuovo gestionale dell’archivio dei Codici Corali oltre ad un’applicazione che permette la sincronizzazione dei tetragrammi con i dispositivi multimediali all’interno del nuovo museo.

L’ultima porzione dell’anno ci ha visti artefici di una web app completamente custom per l’acquisto online di biglietti per la promozione invernale, tutta realizzata in React, React Native e GraphQL.

Il processo di acqusto dei biglietti promozione invernale Duomo Firenze

Un’altra biglietteria importante, priva di intermediazioni, è quella realizzata per la Basilica di Santa Maria Novella che da qualche mese può vendere biglietti online attraverso il nuovo sito istituzionale, anch’esso ristrutturato e curato dal nostro team.

Infine, un’enorme soddisfazione di questo anno: la vittoria del bando per il rifacimento del sito web delle Gallerie degli Uffizi: siamo appena agli inizi del lavoro, ma aggiudicarsi il lavoro e valutarne l’effettiva entità è stato un impegno notevole dell’ultimo trimestre. Stiamo parlando di uno dei musei più importanti del mondo e questo lavoro sarà per noi motivo di orgoglio oltre che un’enorme responsabilità.

Il team durante il sopralluogo tecnico alle Gallerie degli Uffizi — photo credits Marco Zampetti

Consulenze

Tweegs è una startup con cui lavoriamo dall’estate 2015. Il progetto è ambizioso e articolato a tal punto che è risultata necessaria una consulenza operativa di tre mesi presso la loro sede nelle Marche, da giugno ad ottobre. Non è stato facile scegliere di allontanarsi da Cantiere per un periodo così lungo, con tutte le conseguenze che una lontananza può portare. Abbiamo però valutato i rischi (a parte i terremoti) e le opportunità che andavano nell’ottica di una “maturazione professionale” di tutto il team, coinvolto o meno nel progetto.

la piattaforma che vuol rivoluzionare il mondo dell'edilizia
Il rientro, dopo tre mesi

È stata un’esperienza tanto interessante quanto difficile che ci ha permesso di mettere la testa al servizio di un unico progetto per lungo tempo, di lavorare con ottimi elementi come Salvo Mica e Alessandro Leone che desidero ringraziare, nonché di lavorare a fianco a professionisti di spessore come Alberto Balestreri per gli aspetti finanziari e Fabio Viola per la gamification. Il film adesso continua, ma questa è un’altra storia.

Estero

Lavorare con clienti all’estero è un obiettivo che perseguiamo da tempo e la pubblicazione del brand LeanPanda e del sito in inglese è stato uno degli step fondamentali che quest’anno ha iniziato a dare i suoi frutti.

Ci sono voluti mesi di sviluppo per realizzare il nuovo sito de L’Officiel, magazine francese del lusso e della moda che opera a livello mondiale. Il sito, che sarà online da metà gennaio, è una piattaforma editoriale che mette in comunicazione circa 20 paesi del mondo con funzionalità avanzate di condivisione, traduzione e gestione dei contenuti d’eccellenza.

Abbiamo inoltre lavorato per un importante studio di architettura — Andraos Associates di Londra — per il loro progetto Artefatto, un magazine online di prodotti di design per interni di altissima gamma.

DatoCMS, il nostro software as a service

Nato da un’esigenza interna, ci è risultato evidente come il settore dei siti statici sia in forte espansione. Esiste un gap importante da colmare: rendere i clienti autonomi nella gestione dei contenuti, così come avviene da decenni grazie a Wordpress o CMS similari. Dato è il risultato di un investimento che siamo convinti possa essere la via giusta, anche se inizialmente difficile da inquadrare per alcuni clienti scettici.

Dal rilascio pubblico della versione beta a fine settembre, abbiamo avuto centinaia di feedback da sviluppatori di tutto il mondo che hanno toccato con mano il prodotto e che, con manifesto entusiasmo, hanno pubblicato i loro siti. Di fatto, Dato è oggi un prodotto che ha al suo attivo diverse decine di pubblicazioni live tra cui AIFI, Policy Genius, Hanno.co, Sivetur, Filmtank, Acacia Firenze, Artefatto, Santa Maria Novella, solo per citarne alcuni.

Stiamo sperimentando sulla nostra pelle cosa significhi “essere una startup”.

Sul team

Ogni anno è caratterizzato da partenze e nuovi arrivi che vogliamo salutare e ringraziare. Lorenzo Masini, dopo quasi quattro anni (il tipico ciclo vitale di uno sviluppatore) è tornato dagli amici di Develer che, per la loro startup GreenApes, hanno acquisito anche la giovane e promettente Elise che è stata con noi per tutto il suo periodo formativo. Abbiamo detto arrivederci anche ai due Daniele che sono stati con noi per qualche mese. Infine salutiamo anche Laura Giovannetti che ha resistito più del previsto nel cercare in modo stoico di costruire un comparto commerciale che però non ci si addice. Grazie per essere stati con noi!

Infine ci piace l’idea di presentare pubblicamente i nuovi arrivi: Matteo Manzo, dopo un’esperienza formativa a Londra, con noi dallo scorso inverno, è la giovane e promettente mascotte del team. Andrea Gherardi, frontend specialist, arriva in Cantiere dopo ben 5 anni spesi in Australia a fare surf e codice per le startup fighe! Amir Ati, il designer evangelista, lo yogi della lean ux, qui può manifestare tutta la sua purezza. Claudio Benvenuti, collaboratore prima del 2016, ha scelto Cantiere come casa nella quale è stato accolto a braccia aperte come saggio dal giovane aspetto. Giuseppe de Martino Norante — conosciuto ai più come Ing.Norante — è la vera favola del cliente talmente soddisfatto da desiderare di lavorare per il fornitore: come potevamo non prenderlo! Infine Joe Yates, che da anni gravita amichevolmente intorno a Cantiere e che quest’anno ha scelto di appoggiare la causa in modo decisamente più sostanzioso.

E i buoni propositi?

Insieme al nostro consulente Alessandro Garuglieri, abbiamo fatto un piano industriale a 3 anni, ma per dovuta pietà nei confronti di quei quattro lettori che sono arrivati fin qua, evitiamo di riportare mirabolanti proiezioni a futuro!

In sintesi:

  • cambieremo casa, cresceremo ancora in quanto a numero
  • vogliamo aumentare sensibilmente il mercato estero
  • continueremo ad investire su DatoCMS portandolo ad un livello superiore
  • vogliamo diventare più bravi nella fase di analisi dei progetti, aiutando così clienti e startup a ottimizzare i loro investimenti e riducendo i rischi
  • vogliamo imparare a raccontarci meglio, comunicare più spesso sul blog e creare dei case study migliori ed esaustivi

Ci riusciremo? Ci proveremo, senza dubbio, come sempre! Nel frattempo, siamo felici di augurare a tutti un buon 2017!

Hai trovato questo post interessante?Scopri chi siamo

Made with Middleman and DatoCMS, our CMS for static websites