Cantiere Creativo 2014: l'anno più intenso e impegnativo della nostra storia.

Solitamente questi articoli si scrivono prima delle vacanze natalizie poiché risultano un buon mezzo per chiudere l'anno, fare gli auguri, comunicare i buoni propositi. Ma a noi piacciono molto le retrospettive e quest'anno abbiamo deciso di aspettare il nuovo anno per raccontare, con doverosa calma e riflessione, un 2014 intenso e molto impegnativo.

Tempo di lettura: 8 minuti

Ne abbiamo fatte tante! Abbiamo provato a fare cose nuove, ottenuto dei successi e dovuto affrontare e riconoscere i nostri limiti, cosa che non è per niente banale da fare!

Organizzare una agenzia agile

L'anno è iniziato con un obiettivo vitale per il nostro reparto commerciale: riuscire a far comprendere al meglio, ai potenziali clienti, l'approccio metodologico agile che utilizziamo per sviluppare i progetti e che ci permette di mantenere la promessa di qualità e solidità, temi a noi molto cari. Siamo estremamente felici dei risultati ottenuti. Abbiamo migliorato la nostra presentazione lavorando con una trentina di clienti con i quali è sempre stato applicato il metodo. Obiettivo raggiunto!

Abbiamo completamente rinnovato lo stack di strumenti che usiamo, adottando servizi come Flowdock e Freckle per rendere sempre più trasparente la comunicazione con il cliente.

Infine, con mille tentativi e approfondimenti, abbiamo modellato il framework Scrum al nostro tipo di struttura, inserendo PivotalTracker nella lista dei tool più importanti per seguire gli sviluppi dei progetti insieme ai nostri referenti.

Creazione di prodotti interni

Per essere sempre aggiornati in un settore che viaggia a velocità iperboliche, il solo lavoro con clienti non basta. Dobbiamo studiare, studiare e studiare ancora. Per questo molte aziende come la nostra dedicano tempo per realizzare dei prodotti interni che svolgono principalmente due funzioni: sperimentare nuove tecnologie e acquisire competenze per creare progetti sempre migliori per i clienti. In questo 2014 abbiamo creato numerosi progetti come Admino, Tedium, Bemo, Mentionizr, Showcase.

hi guys rails rumble winner

Con uno spirito più goliardico, abbiamo partecipato al Rails Rumble, un contest in cui circa 600 sviluppatori professionisti Ruby da tutto il mondo, si sfidano realizzando — da zero, in sole 48 ore no-stop — progetti web votati da una giuria. Con grande orgoglio, il nostro team ha vinto la medaglia d'argento realizzando Hi Guys!, un simpatico modo che permette a chi lavora in remoto di “vedersi” con i propri colleghi. Con piacere abbiamo visto che il servizio continua a vivere e a venire utilizzato in giro per il mondo.

LeanPanda e rebrand di Cantiere

Sempre nel 2014 abbiamo fatto nascere LeanPanda, il brand con cui proponiamo i nostri servizi all'estero (/kanˈtjere/ /kreaˈtivo/ risulta abbastanza arduo da pronunciare al di fuori dell'Italia). Per questo spin-off abbiamo scelto una linea comunicativa super colorata e illustrativa.

cantiere creativo new brand

Nei mesi ci siamo affezionati a Lea, il panda mascotte che ha conquistato anche Cantiere, indirizzandoci verso un rebrand aziendale totale. È così che nasce il restyle del logo, della comunicazione e anche del nuovo sito che rispecchia decisamente meglio chi siamo e cosa facciamo. Il restyle grafico del sito è ancora in corso d'opera e il lancio ufficiale avverrà solo a lavoro completato.

Conferenze

Le conferenze sono da anni parte fondamentale del nostro lavoro e il 2014 non ha mancato appuntamenti importanti!

Da circa tre anni siamo parte dello staff organizzativo di Better Software, uno dei principali punti di riferimento per il management del software e aziende IT. Sono stati circa 300 i professionisti che hanno partecipato a questa due-giorni innovativa ad ottobre 2014. Ho avuto il piacere e l'onore di poter essere uno dei cinquanta relatori che hanno esposto le loro idee. Ho portato l'esperienza acquisita in Cantiere nello sviluppo di progetti coperti da pratiche di testing.

Ruby Day 2014
Stefano Verna e Matteo Papadooulos al RubyDay 2014

Ancora due interventi sono stati effettuati al RubyDay2014, svolto in Veneto lo scorso settembre. Abbiamo parlato di sviluppo backend e frontend, introducendo il nostro approccio e presentando alcuni dei nostri prodotti come Admino e Bemo.

Qualche soddisfazione…

Partendo dall'assunto che quasi tutti i lavori su cui abbiamo lavorato ci hanno dato soddisfazione, siamo costretti a raccontare qui solo alcune delle storie più interessanti. Alcune sono vincolate da NDA e anche volendo non potremmo!

Senza dubbio, uno dei principali di questo anno è PrivateGriffe, ecommerce italiano di capi e accessori firmati second hand. PrivateGriffe è la startup che ha raggiunto l'eccezionale cifra di 4 milioni di euro in termini di investimento su un unico progetto, trasmettendo per diverse settimane uno spot tv su reti Mediaset. Con loro abbiamo collaborato nella strutturazione delle API, realizzato tutta la parte frontend con una Single Page Application in AngularJS e sviluppato le applicazioni iOS e Android.

Lo spot di PrivateGriffe passato su reti Mediaset

Nel 2014 abbiamo raccolto i frutti degli sviluppi iniziati l'anno precedente per l'Opera del Duomo di Firenze. Per questo cliente abbiamo realizzato diverse applicazioni web che devono fare i conti con enormi quantità di accessi giornaliere da tutto il mondo. I due siti hanno preso vita, sono stati tradotti in circa 10 lingue e il lavoro continua senza sosta in agilità, dando vita ogni mese a nuove sezioni e a miglioramenti.

Tra le startup più promettenti del nostro portfolio c'è Bee My Guide, il servizio che unisce turismo e crowdfunding. BMG è stata recensita su importanti testate giornalistiche, ha trovato riscontro tra investitori, è stata presentata al WebSummit a Dublino e, nel giro di pochi mesi, i suoi servizi si sono ampliati offrendo tour anche a Londra, Dublino, Napoli, Roma, Torino, Emilia Romagna, Sardegna e varie zona della Toscana. Utenti entusiasti e apprezzamenti sui social network, fanno un gran piacere, non possiamo negarlo!

…e qualche rammarico

Non sempre le cose vanno secondo i piani; fa parte del gioco ed è importante saper riconoscere i propri limiti per imparare a superarli. Chorally è un progetto iniziato già nel 2013 su cui abbiamo scelto di investire a seguito di un grosso sviluppo effettuato per un importante operatore telefonico. Passo dopo passo, come partner tecnologico, il progetto ci ha conquistato, discutendolo e immaginandolo con gli amici di WelikeCrm dai quali, da grandi competenti nel settore, nasce la visione generale.

È stata un'esperienza formativa eccezionale, in cui abbiamo dovuto imparare sulla nostra pelle il significato di startup, gestirne lo sviluppo, la visione e capire meglio come funziona il magico mondo degli investitori. Dopo più di un anno, ci siamo resi conto che il progetto, grazie ai continui successi, stava assumendo dimensioni troppo grandi per poter essere affiancato alle attività di agenzia a cui siamo dediti. A malincuore abbiamo scelto di non portare avanti il progetto, per non essere un freno alla sua potenziale crescita che ci auguriamo possa continuare nel migliore dei modi.

Un po’ di buoni propositi per l'anno nuovo

Per il 2015 abbiamo scelto la via della decrescita felice — in termini di quantità di progetti da seguire simultaneamente — al fine di investire nella formazione di due nuovi team. Per questo abbiamo aperto delle posizioni per figure sia senior che junior da integrare nel nostro staff. Non sarà una cosa immediata; puntiamo molto su una crescita graduale ed organica, con la ricerca di un fit prima di tutto culturale per le nuove integrazioni. Questa ci sembra la migliore ricetta possibile per continuare a fare bene le cose.

Stiamo studiando il modo di investire ancor di più nella formazione. Vogliamo allargare la community ruby, dando la possibilità a giovani sviluppatori di imparare le best-practices dello sviluppo con questo linguaggio (e non solo!). Ancora non abbiamo le idee molto chiare sul come, ma ci stiamo già impegnando tantissimo!

Cantiere è un covo di appassionati sviluppatori Ruby, linguaggio che usiamo per i nostri progetti. La comunità ruby è molto attiva e grazie ad essa abbiamo a disposizione una vasta quantità di librerie. Crediamo sia giusto restituire qualcosa. Nel 2015, insieme agli amici, abbiamo deciso di far parte dell'organizzazione del prossimo Ruby Day che si terrà a Torino nel periodo di Giugno.

Quindi niente auguri?!

Certo che si, anche se con disdicevole ritardo! Approfittiamo di questo post per augurare a tutti gli amici, vecchi e nuovi, tutto il meglio possibile! Non ci limitiamo quindi agli auguri di Natale o dell'anno nuovo, ma riportiamo una citazione più adeguata:

Merry everything & happy always!

Vogliamo fare inoltre un saluto e un ringraziamento particolare a tutti coloro che sono arrivati — (Ruggine, Woody, Tommy) o che sono andati via (Andrea, Max) con cui abbiamo condiviso questo anno! È stato un onore in entrambi i casi! :)

Hai trovato questo post interessante?Scopri chi siamo

Made with Middleman and DatoCMS, our CMS for static websites